Home

Benvenuti a ChatIslamOnline.

 

Curioso a sapere l'Islam? Vuoi vedere se l'Islam è davvero come viene presentato dalla media? Vuoi convertirti all'Islam? Siamo qui per aiutare, in modo da iniziare a chattare con noi.

 

Siamo qui per aiutarti a conoscere meglio l'Islam. Rispondere alle tue domande, chiarire i tuoi dubbi, e chiarire a che cosa si tratta l’Islam. Se desideri a convertirti all'Islam ti aiutiamo a farlo, e saremo accanto a te nei tuoi primi passi dopo la conversione all'Islam.

 

Vota questo articolo
(16 Voti)

 

L'Islam è la religione in più rapida crescita del pianeta, centinaia o migliaia di persone continuano a convertirsi tutti i giorni. Se state pensando di convertirvi all'Islam, ma persistono ancora alcune domande , allora siete più che benvenuti a chiacchierare con noi Chat Islam Online. Anche se non si vuole diventare un musulmano ancora, ma siete solo interessati a conoscere perché così tante persone si convertono all'Islam, saremmo più che felici di spiegare perché le persone scelgono l'Islam.

Vota questo articolo
(13 Voti)

 

Il Profeta Muhammad(Che pace sia su di lui) era l'ultimo profeta definitivo  di Dio. Anche prima di ricevere la rivelazione, il Profeta Maometto era ben noto per le sue maniere eccellenti e la sua integrità. Gli avevano infatti dato il nome di , " Fidato” dal suo popolo. Umile e gentile, protettivo con gli orfani, deboli e anziani, Il profeta Maometto (Che pace sia su di lui)insegnò al suo popolo il messaggio del monoteismo vero. Ha anche insegnato loro a fare la carità, rispettare le relazioni familiari, ed evitare tribalismo o razzismo. Ha predicato l'uguaglianza dei sessi e l'importanza della pace e della misericordia. Nonostante tutte le difficoltà e gli ostacoli che ha affrontato nella consegna del messaggio dell'Islam, tra cui l'abuso fisico, scherno, e di essere cacciato dalla sua città proprio dalla sua gente, si aggrappò saldamente al suo messaggio (che non ci sia degno di adorazione Dio se non Dio), la predicazione dell'Islam per 13 anni alla Mecca e 10 anni a Medina. In realtà, egli è stato segnalato come affermazione che anche se la sua gente gli offrirebbe il sole e la luna  (come tangente), non avrebbe mai abbandonato il messaggio dell'Islam.

Una cosa molto importante da notare è che i musulmani non adorano il Profeta Muhammad (pace su di lui). Noi non crediamo che egli era un super uomo , o una figura divina, anzi, era l'esempio perfetto per tutta l'umanità, e il modello per tutte le generazioni di musulmani. Il suo messaggio è di natura universale, rilevante per tutti i tempi. Era un uomo che ci ha mostrato la via al Signore. Qui a Chat Islam online saremmo più che felici di chiarire eventuali dubbi si possono avere e rispondere a qualsiasi domanda sul Profeta Mihammad.

Vota questo articolo
(4 Voti)

 

Che cosa è l'Islam?


Scritto sia per i musulmani che per i non-musulmaniquesto articolo esamina i cinque pilastri dell'Islamche costituiscono il quadro della vita di un musulmano. Sebbene la maggior parte musulmani debbano già sapere cosa siano questi, è sempre una buona idea per rinfrescare la propria memoria. Come per i non-musulmani, anche ai musulmani l'opportunità di ricordare ciò che l'Islam è e ciò che veramente rappresenta.


Profeta Muhammad (pace su di luiè stato segnalato per aver detto:

 

Bukhari Volume 1, Libro 2, Numero 7:
Ha narrato Ibn 'Umar:
Apostolo di Allah disse: l'Islam è basato su (seguenti) cinque (principi):

 

1. Testimoniare che non c’è nessun Dio all’infuori di Allah e che Muhammad è il proprio messaggero.
2. Compiere le pregiere (obbligatorie) con lealtà e perfezione.
3. Pagare Zakat (cioè la carità/decima obbligatoria).
4. Eseguire Hajj. (cioè Pellegrinaggio alla Mecca)
5. Osservare il digiuno durante il mese del Ramadan.

 

E anche dalla narrazione del famoso hadith profetico o di Gabriele:

 

Sahih Muslim Libro 1, numero 4

 

Egli [Gabrile] (di nuovo) disse: Messaggero di Allah, (dirmi) che cosa significa l’Islam? Egli (il Santo Profeta) rispose: l’Islam significa che adorare Allah, non associarGli nulla, eseguire la preghiera obbligatoria e pagare  la decima obbligatoria (Zakat) e osservare il digiuno del Ramadan.

 

Quindi, alla luce di questi insegnamenti del Profeta Muhammad (pace su di lui), l'Islam si basa sui seguenti 5 pilastri principali:


-La testimonianza di fede
-La preghiera obbligatoria
-Ia decima obbligatoria
-Il pellegrinaggio al luogo sacro della Kaaba
-Digiuno durante il mese del Ramadan
 

E 'importante notare che un musulmano deve credere in tutti questi 5 pilastri, ma anche di eseguire sinceramente queste azioni. Inoltre, questi pilastri non sono solo citati nelle narrazioni profetiche ma, come vedremo, si trovano anche nel Corano.

 

 

La testimonianza di fede:


Questo è il pilastro più importante dell'Islam. Infatti, è attraverso la testimonianza di fede, in primo luogo, che una persona si riconosce come musulmano. Inoltre, è la prima cosa che un non-musulmano deve pronunciare al fine di diventare formalmente musulmano.


Di che cosa si tratta esattamente? La testimonianza della fede mira a sostenere che non c'è dio all'infuori di Allah e che Maometto è il suo ultimo messaggero.


E' importante notare che quando una persona pronuncia questadichiarazione, si affermano e si negano diverse cose. Essi affermano che c'è un solo vero Dio, e che questo unico vero Dio è Allah, e che solo Allah va adorato. Allo stesso tempo, negano la falsa idea che ci siano molti dèi che si possono adorare. Inoltre, essi affermano che Muhammad è davvero un profeta e il messaggero ultimo e definitivo di Dio.


Queste due parti della Testimonianza (diritto esclusivo di Dio ad essere adorato e che Muhammed è il proprio ultimo profeta) vanno di pari passo, rifiutandone una parte rende la testimonianza inutile.

 

Ci sono numerosi versi del Corano che mostrano il significato che si cela dietro la testimonianza di fede:

 

112.001 Di’: “Egli Allah è Unico,

 

042.049 Appartiene ad Allah la sovranità dei cieli e della terra. Egli crea quello che vuole. Concede femmine a chi vuole e, a chi vuole, maschi;

 

 031.013 E [ricorda] quando Luqmân disse a suo figlio: “Figlio mio, non attribuire ad Allah associati. Attribuirgli associati è un'enorme ingiustizia”.

 

011.002 “Non adorate altri che Allah. In verità, sono per voi ammonitore e nunzio di una buona novella da parte Sua.”

 

007.158 Di': “Uomini, io sono un Messaggero di Allah a voi tutti inviato da Colui al Quale appartiene la sovranità dei cieli e della terra. Non c'è altro dio all'infuori di Lui. Dà la vita e dà la morte. Credete in Allah e nel Suo Messaggero, il Profeta illetterato che crede in Allah e nelle Sue parole. Seguitelo, affinché possiate essere sulla retta via”.

 

062.002 Egli è Colui Che ha inviato tra gli illetterati un Messaggero della loro gente, che recita i Suoi versetti, li purifica e insegna loro il Libro e la Saggezza, anche se in precedenza erano in errore evidente,

 

047.002 Rimetterà i peccati e volgerà al bene lo spirito di coloro che credono e compiono il bene e credono in quel che è stato rivelato a Muhammad. Questa è la verità che proviene dal loro Signore,

 

003. 031 Di': “Se avete sempre amato Allah, seguitemi. Allah vi amerà e perdonerà i vostri peccati. Allah è perdonatore, misericordioso”.

 

Come si può chiaramente vedere dai versetti precedenti, il Corano mostra chiaramente che c'è un solo vero Dio e che questo Dio è l'unico che merita di essere adorato, e che il Profeta Muhammad è effettivamente un messaggero di Dio, l’ultimo.


Una particolare da notare è che la testimonianza della fede non è una dichiarazione da nulla o qualcosa da prendere alla leggera. Ci sono alcunecondizioni e convizioni sincere che devono essere adeguatamente seguiti. Questi includono la conoscenza di ciò che significa, la certezza che costituisce la verità, dichiarandola che sinceramente dal fondo cuore, e così via. Per maggiori informazioni, questo link puo’ aiutare (http://www.sunnahonline.com/ilm/aqeedah/0005.htm)

 

E certo che io testimonio che non c’è alcun Dio all’infuori di Allah e che Muhammad è il suo messaggero ultimo e definitivo. Amen!

 

La preghiera obbligatoria e la decima


Il secondo pilastro più importante per l'Islam è la Salat obbligatoria, che è la preghiera che i musulmani compiono cinque volte al giorno. Questo è poi seguito dal terzo pilastro dell'Islam, che è la carità obbligatoria, che è sostanzialmente pari al 2,5% delreddito annuo.


Purtroppo, molti non-musulmani percepiscono questi riti come un peso molto difficile che i musulmani sono 'costretti' a svolgere. La realtà, tuttavia, è che l'atto di preghiera e la Zakat sono meravigliose benedizioni da Dio, che portano alla pace spirituale di una persona, oltre al miglioramento delbenessere sociale.

 

Per quanto riguarda chi compie la preghiera rituale, in questo momento lui parla direttamente a Dio stesso, in assenza di intermediari tra noi e Dio…

L'orante è dato il privilegio di essere in presenza delsuo Signore, e il suo Signore lo guarda e ascolta tutto quello che ha da dire e risponde gentilmente. Non c'è da stupirsi quindi se questo legame diretto con Dio concede ad una persona la pace interiore e la serenità. Inoltre, pregando 5 volte al giorno si sviluppa un bellissimo rapporto spirituale tra l'uomo e Dio, un rapporto che viene mantenuto in vita in maniera quotidiana.

 

 

 

 

 

 

Allo stesso modo in cui la preghiera aiuta a costruire il nostro rapporto con Dio, i soldi della carità obbligatoria aiuta a costruire rapporti all’interno dellacomunità. I musulmani si rendono conto che la loro ricchezza non è un bene loro proprio, ma una fiducia da parte di Dio. Mettendo da parte il 2,5% dei loro risparmi per i deboli, i poveri, ed i bisognosi i musulmani si garantiscono che i poveri nella loro società non sono stati dimenticati.In effetti, si può immaginare quanto meno povertà avremmo in tutto il mondo se ogni essere umano donasse solo il 2,5% del proprio reddito annuo? Lentamente, ma inesorabilmente, questo eliminerebbe del tutto la povertà.

 

Dato cio’, i non-musulmani e i musulmani non dovrebbero vedere questi riti come un peso, ma correre volentieri per compierli. La verità è che Allah ci concede vita, misericordia,  felicità, cibo, vestiario, alloggio, eppure ci lamentiamo di dedicare alcuni momenti della nostra vita a Dio? Come mai nel momento in cui riusciamo a passare ore e ore a leggere cose inutili su internet, non possiamo passare qualche minuto con Dio?
E se Allah ci ha dato tutto quello che abbiamo, tutti i nostri averi, non possiamo ripagare cio’ cocedendo alcuni dei nostri beni e il denaro ai poveri?

 

Qui ci sono i comandi tratti dal Corano per rendere la preghiera e la carità:

 

002.045 Cercate aiuto nella pazienza e nell'adorazione, in verità essa è gravosa, ma non per gli umili

 

004.103 Poi, dopo l'orazione, ricordatevi di Allah, in piedi, seduti o coricati su un fianco. Quando, poi, siete al sicuro eseguite l'orazione [normalmente]. In verità, per il credente, l'orazione è un obbligo in tempi ben determinati.

 

007.206 Certamente coloro che sono presso il tuo Signore non disdegnano di adorarLo: Lo lodano e si prosternano davanti a Lui..

 

011.114 Esegui l'orazione alle estremità del giorno e durante le prime ore della notte. Le opere meritorie scacciano quelle malvagie. Questo è un ricordo per coloro che ricordano.

 

017.078 Esegui l'orazione, dal declino del sole fino alla caduta delle tenebre, [e fa'] la Recitazione dell'alba, ché la Recitazione dell'alba è testimoniata.

 

002.043 E assolvete all'orazione, pagate la decima e inchinatevi con coloro che si inchinano.

 

009.060 Le elemosine sono per i bisognosi, per i poveri, per quelli incaricati di raccoglierle, per quelli di cui bisogna conquistarsi i cuori, per il riscatto degli schiavi, per quelli pesantemente indebitati, per [la lotta sul] sentiero di Allah e per il viandante. Decreto di Allah! Allah è saggio, sapiente.

 

005.055 In verità i vostri alleati sono Allah e il Suo Messaggero e i credenti che assolvono all'orazione e pagano la decima, prosternandosi con umiltà.

 

024.037 da uomini che il commercio e gli affari non distraggono dal ricordo di Allah, dall'esecuzione dell'orazione, dall'erogazione della decima e che temono il Giorno in cui i cuori e gli sguardi saranno sconvolti.

 

063.010 Siate generosi di quello che Noi vi abbiamo concesso, prima che giunga a uno di voi la morte ed egli dica: “Signore, se Tu mi dessi una breve dilazione, farei l'elemosina e sarei fra i devoti”.

 

 

Il digiuno nel mese di Ramadan


Il quarto pilastro dell'Islam è il digiuno annuale durante il mese del Ramadan.Ramadan è il mese in cui fu rivelato il Corano al beato e giusto Profeta Muhammad (pace su di lui).


Il mese di Ramadan è un mese bellissimo. Un musulmano si astiene da cibo, bevande, e desideri sessuali dall'alba al tramonto solo per amor di Dio. E 'un mese spirituale, in cui un musulmano può imparare ad apprezzare ciò che ha,ed essere grato per quello che gli è stato dato. E' un mese in cui ilmusulmano può riflettere di più sul piano spirituale, imparare a frenare i propri desideri, e rinnovare la sua fede.

 

Purtroppo, oggici sono alcuni musulmani che hanno frainteso l'intera idea del Ramadan. Quando il tempo di iftar o rottura del digiuno arriva, si mangia tanto fino a che non si può nemmeno muoversi. Diversi musulmani hanno persino guadagnato peso durante questo mese benedetto! Molti altri fanno diverse altre cattive abitudini, come mangiare pasti enormi prima dell'alba o dormire il giorno seguente. Questo non è il modo in cui ci si deve comportare il Ramadan, e manca completamente il punto. 

 

Il Profeta Muhammad (pace su di lui) ed i compagni non si riempierebbero di cibo durante iftar, né prima del digiuno iniziato. Quindi non si tratta di mangiare, si tratta di essere grato per il cibo che hai, e per le tante altre cose che ti fanno felice.


L'obiettivo di un musulmano durante questo mese è quello di imparare il più che può dal Nobile Corano, e di imparare quanto più può di se stesso, e circa le difficoltà che affrontano gli altri.

 

002.185 É nel mese di Ramadân che abbiamo fatto scendere il Corano, guida per gli uomini e prova di retta direzione e distinzione. Chi di voi ne testimoni [l'inizio] digiuni. E chiunque è malato o in viaggio assolva [in seguito] altrettanti giorni. Allah vi vuole facilitare e non procurarvi disagio, affinché completiate il numero dei giorni e proclamiate la grandezza di Allah Che vi ha guidato. Forse sarete riconoscenti!

 

 

Il Santo Pellegrinaggio


Il quinto pilastro dell'Islam è il pellegrinaggio sacro alla Mecca, che è conosciuta come l'Hajj in arabo. L'Hajj è il pellegrinaggio una sola volta alla vita che il musulmano deve fare nella città santa della Mecca, in cui visitare la Kaaba, il primo luogo di culto per l'umanità.
L'Hajj è un’altra azione molto spirituale e gioiosa dove uno si purifica di tutti i propri peccati, se completa il Hajj sinceramente e correttamente, infatti, in un hadith si afferma che, a Hajj compiuto, la persona diventa come un bambino appena nato.
Durante l'Hajj, persone di diverse nazionalità, razze, classi sociali, tutti insieme, stanno in piedi davanti a Dio ugualmente. Infatti, oltre 2 milioni di persone da tutti i ceti sociali sono in pellegrinaggio ogni anno. Molti dei pellegrini hanno raccontato come si sono sentiti in pace dopo aver fatto questo pellegrinaggio e come la loro visione della vita è cambiata in meglio.

 

Il pellegrinaggio Hajj ha le sue radici nel glorioso Corano:

 

002.196  E assolvete, per Allah, al Pellegrinaggio e alla Visita. Se siete impediti a ciò, [inviate] un'offerta di quel che potete e non rasatevi le teste prima che l'offerta sia giunta al luogo del sacrificio. Se però siete malati o avete un morbo alla testa, vi riscatterete con il digiuno, con un'elemosina o con offerta sacrificale. Quando poi sarete al sicuro, colui che si è desacralizzato tra la Visita e il Pellegrinaggio, deve fare un sacrificio a seconda delle sue possibilità. E chi non ne ha i mezzi digiuni per tre giorni durante il Pellegrinaggio e altri sette una volta tornato a casa sua, quindi in tutto dieci giorni. Questo per chi non ha famiglia nei pressi della Santa Moschea. Temete Allah e sappiate che Allah è severo nel castigo.

 

003.097 In essa, vi sono i segni evidenti, come il luogo in cui ristette Abramo: chi vi entra è al sicuro. Spetta agli uomini che ne hanno la possibilità di andare, per Allah, in pellegrinaggio alla Casa. Quanto a colui che lo nega, sappia che Allah fa a meno delle creature”.

 

003.096  La prima Casa che è stata eretta per gli uomini è certamente quella di Bakka, benedetta, guida del creato.

 

Conclusione:


Quindi questo è ciò che l'Islam è, e ciò che l'Islam predica. Speriamo che questo sarà d’aiuto per i non-musulmani, quelli che sono interessati all'Islam.

 

Sei qui: Home